saldatrici - schede tecniche

 

 

 
 
VTB
saldatrice per sacchi grandi

Saldatrice verticale molto potente con resistenza saldante su entrambe le ganasce. La struttura di appoggio consente al sacco di mantenere la posizione verticale.

La VTB è indicata per la chiusura di sacchi di forte spessore, di qualsiasi contenuto e di peso fino a 15 kg, posti sul piano d’appoggio, la cui distanza dalle ganasce saldanti è regolabile fino a cm 60 circa.
La saldatura a piattina è larga 3 mm.

L’operatore agisce sul pedale per aprire le ganasce, che in posizione di riposo sono chiuse, ed inserisce fra le stesse i lembi del sacco da saldare. Rilasciando il pedale le ganasce si chiudono.

Premendo un pulsante si dà inizio al ciclo di saldatura - raffreddamento, regolato secondo necessità con due temporizzatori indipendenti ed indicata da spie luminose.

Lo spegnimento delle spie indica la fine del ciclo preimpostato. Le ganasce restano chiuse, finché non le si riapre agendo sul pedale.
In questo modo, durante il ciclo di saldatura l’operatore resta libero di eseguire altre operazioni come - per esempio - il riempimento dei sacchetti successivi.

La VTB può essere utilizzata anche per la chiusura di tubetti in polietilene (vedere nota specifica a fondo pagina).

  larghezza utile di saldatura

  60 cm (70 cm su richiesta)
  saldatura   a piattina larga 3 mm

  materiali saldabili

  polietilene, polipropilene e PVC  di qualsiasi spessore;
  accoppiati; tubetti in PE.
  dimensioni   65x56x125 cm
  peso   40 kg

  alimentazione

  230 V

  consumo

  500 W/ora (solo durante la saldatura)

CHIUSURA TUBETTI IN PE
con la saldatrice VTB


Per la saldatura di tubetti è necessario utilizzare dei vassoio porta-tubetti (del tipo utilizzato anche per facilitare il riempimento) onde consentire:

  • il posizionamento corretto dei tubetti per quanto riguarda la stampa e la distanza fra loro;
  • lo sfruttamento di tutta la larghezza utile della saldatrice;
  • il posizionamento preciso della saldatura.
vtb_tub

disegno 1
Il disegno 1 raffigura un semplice porta-tubetti con fori di diametro adeguato.

Per essere efficace, il porta-tubetti deve avere le seguenti caratteristiche:

  • utilizzare tutta la larghezza della ganascia cosicché la pressione venga equamente distribuita;
  • tenere conto del fatto che i tubetti vengono appiattiti dalla saldatura e che quindi devono essere sufficientemente distanziati per non appiccicarsi fra loro (disegno 2);

disegno 2 - vista frontale

 

  • essere di dimensioni tali da consentire un facile posizionamento sulla mensola, appoggiando direttamente sui montanti, che servono da riferimento (disegno 3).
disegno 3 -
vista laterale

L’operatore agisce sul pedale per aprire le ganasce, che in posizione di riposo sono chiuse; rilasciando nuovamente il pedale le ganasce si chiudono.
Premendo un pulsante si dà inizio al ciclo di saldatura - raffreddamento, regolato secondo necessità con due temporizzatori indipendenti. La fine del ciclo viene indicata dallo spegnimento della spia. Le ganasce restano chiuse, finché non le si riapre agendo sul pedale.

Cibra si riserva di apportare modifiche senza preavviso ai modelli di serie.
Cibra Nova snc - Via Brescia 16 - 20063 Cernusco sul Naviglio (Milano) - Italia
Tel +39 02 92104927 - Fax +39 02 92104752 - cibramail@cibra.it