saldatrici - schede tecniche

 

 

 
 

BARRE SALDANTI
per applicazioni speciali


Le barre saldanti vengono sempre costruite su richiesta e le loro caratteristiche possono essere studiate con i tecnici Cibra affinché corrispondano totalmente alle esigenze dell’impianto cui sono destinate.

I tipi di saldatura più richiesti sono i seguenti:


- saldatura a piattina:

L ’impronta di saldatura è una striscia larga minimo 3 mm eseguita da una resistenza piatta (a nastrino). La resistenza può essere presente su una sola o su entrambe le barre.
Il materiale non viene tagliato e l’impronta di saldatura è un nastrino largo 3 mm. Su richiesta la larghezza della piattina può essere portata a 4, 6 , 8 o 12 mm.
Queste barre vanno alimentate ad impulso, temporizzando il  tempo di saldatura ed il tempo di raffreddamento.

barre1


- saldatura a micronastro:
Trattasi di un taglio a caldo eseguito piuttosto rapidamente con un particolare sistema composto da una resistenza a sezione rotonda, che lavora attraverso una protezione teflonata. La resistenza è riscaldata ad impulso. In alcuni casi il taglio a caldo può essere eseguito con resistenze a calore costante.
Questo tipo di saldatura è il più indicato per polietilene a bolle, polietilene espanso e TNT (tessuto non tessuto). Entrambi i lati del taglio restano saldati con una saldatura larga circa 1 mm.

barre2


- saldatura a piattina con taglio centrale:

E' un tipo di saldatura che garantisce la tenuta ermetica sui bordi, indicato per tubolari o sacchi contenenti materiale contaminato o che non si vuole disperdere nell’ambiente.
Una delle due barre esegue una saldatura a piattina larga 8 o 12 mm, mentre sull’altra barra è presente un filo che separa al centro la parte saldata. Su entrambi i lati del taglio il materiale resta saldato fino al bordo con una saldatura che sarà di 4 mm se la resistenza è di 8 mm, mentre usando la resistenza saldante da 12 mm ogni lato avrà una saldatura da 6 mm.

barre3


CARATTERISTICHE COMUNI

Alcune caratteristiche sono comuni a tutte le barre saldanti, indipendentemente dal tipo di saldatura:

  • le barre possono essere fornite senza alimentazione elettrica, ad esempio per impianti in cui alle regolazioni provvede un PLC;
  • qualora venga richiesta l’alimentazione elettrica, la stessa può essere fornita su basetta da inserire nell’impianto, oppure in box a norme UNI. Le dimensioni della basetta o del box possono variare in relazione alle dimensioni dei trasformatori necessari e delle altre parti;
  • per barre di lunghezza superiore a cm 60 può essere fornita una struttura di supporto come da immagine, completa di cilindri di azionamento
barre4
schema orientativo barre saldanti


NOTA

Per l’utilizzo delle barre saldanti su impianti speciali è necessario tener presente alcuni punti base:

  1. la saldatura non può aver luogo molto vicino al contenuto. Va calcolata una distanza di circa 15 mm dal punto in cui i due lembi del film si giuntano (vedere disegno in calce)
  2. durante la saldatura il film non deve essere in tensione
  3. il tempo di saldatura dipende quasi esclusivamente dal film che viene saldato e difficilmente può essere inferiore ai 3 secondi. Nel caso di saldatura a piattina il ciclo di saldatura e consolidamento della saldatura a ganasce chiuse va previsto in almeno 5-6 secondi
barre5

I tecnici Cibra sono a disposizione per studiare con Voi
le possibili soluzioni alle Vostre esigenze.

 

Cibra si riserva di apportare modifiche senza preavviso ai modelli di serie.
Cibra Nova snc - Via Brescia 16 - 20063 Cernusco sul Naviglio (Milano) - Italia
Tel +39 02 92104927 - Fax +39 02 92104752 - cibramail@cibra.it